home

Press

 

 

 

XTC - L'affresco pop

di Alessandro Besselva Averame

Mucchio Extra n. 21 (X generazioni)
Primavera 2006

 


 

Il gruppo giusto al momento sbagliato? Il gruppo sbagliato al momento giusto? Difficile stabilire i motivi che hanno impedito a una delle piu' geniali band pop dell'ultimo trentennio di diventare un fenomeno di massa anziche' di culto... seppure un culto non proprio carbonaro, avendo i Nostri venduto complessivamente piu' di tre milioni di dischi dal 1978 in poi.
Quel che certo che l'eccentricita' e l'originalita' del suono XTC, orecchiabile anche se lontano dagli standard medi del grande pubblico, non basta a spiegarlo.

L'importanza della formazione britannica nel panorama della storia del rock in ogni caso evidente. Non solo i piu' credibili eredi della coppia Lennon-McCartney, come si detto da piu' parti: la scrittura di Andy Partridge e Colin Moulding l'abbiamo sentita piu' volte riecheggiare tra i solchi dei dischi di gente come Blur e, per fare un nome recente, Franz Ferdinand.
Una lunga chiacchierata incrociata con i due autori ci ha fornito il pretesto per sviscerare la storia della band, dall'improvvisa apparizione nel bel mezzo della rivoluzione punk, vero e proprio oggetto misterioso portatore di un sano e iconoclasta english humour, a una maturita' all'insegna di una autarchia creativa a lungo agognata e finalmente conquistata.

 

 

 

 

press